Bonus sanificazione Covid-19

Il Bonus sanificazione prevede un credito d’imposta pari al 50% delle spese sia per la sanificazione che per i DPI, sostenute e documentate. Tra le novità previste dal decreto rilancio il  Bonus passa al 60% per la sanificazione, fino ad un massimo di € 60.000, per sanificazioni, mascherine e DPI.

Cosa si intende per sanificazione

Per sanificazione non si intende la normale pulizia con i comuni detergenti, ma bensì la disinfezione di ambienti e superfici effettuate con strumenti, materiali e tecniche specifiche.

Infatti, il bonus sanificazione, introdotto con il D.L. 18/2020 (art. 64) e ampliato con il successivo D.L. 23/2020 (art.30), prevede agevolazioni fiscali per le spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro ma anche per l’acquisto dei dispositivi di sicurezza.

 Nello specifico rientrano nel bonus Sanificazione gli Interventi di sanificazione e igienizzazione a opera di ditte specializzate in possesso dei requisiti indicati nel D.M. 274/1997, lettera E. – mascherine chirurgiche, Ffp2 e Ffp3, guanti, visiere e occhiali protettivi, tute di protezione e calzari – acquisto di detergenti per le mani e disinfettanti.

Sanificare con Ozono CONVIENE

Approfitta del Bonus per la sanificazione degli ambienti di lavoro. Compila la form, inviaci la tua richiesta, un tecnico si metterà subito in contatto con te!

Cosa vuoi sanificare:


BONUS SANIFICAZIONE

ll D.L. Cura Italia del 17 marzo 2020 garantisce “un credito d’imposta, nella misura del 50 per cento delle spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro.”